CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO DI VENDITA DEL PACCHETTO TURISTICO

1. CONTENUTO DEL CONTRATTO DI VENDITA DEL PACCHETTO TURISTICO

Costituiscono parte integrante del contratto di pacchetto turistico, oltre che le condizioni generali che seguono, la descrizione del pacchetto turistico contenuta nel catalogo online o cartaceo, o sul sito internet, o su depliant, o su offerta specifica, o nel separato programma di viaggio, nonché la conferma di prenotazione dei servizi richiesti dal viaggiatore. Nel sottoscrivere la proposta di compravendita di pacchetto turistico, il viaggiatore deve tenere bene a mente che essa dà per letto ed accettato, per sé e per i soggetti per i quali chiede il servizio tutto compreso, sia il contratto di viaggio per come ivi disciplinato, sia le avvertenze in essa contenute, sia le presenti condizioni generali.

2. FONTI LEGISLATIVE

La vendita di pacchetti turistici, che abbiano ad oggetto servizi da fornire in territorio sia nazionale che estero, è disciplinata dal D.Lgs. n. 79 del 23 maggio 2011 e sue successive modificazioni, D.Lgs n. 62 del 21 maggio 2018 in attuazione della direttiva UE 2015/2302, nonché dalle disposizioni del Codice Civile in tema di trasporto e mandato, in quanto applicabili.

3. NOZIONE DI PACCHETTO TURISTICO

Il pacchetto turistico è la combinazione di almeno due tipi diversi di servizi turistici quali: 1. Il trasporto di passeggeri. 2. L’alloggio che non costituisce parte integrante del trasporto di passeggeri e non è destinato a fini residenziali o per corsi di lingua di lungo periodo. 3. il noleggio di auto, di altri veicoli o motoveicoli che richiedano una patente di guida di categoria A. 4. qualunque altro servizio turistico che non costituisce parte integrante di uno dei servizi turistici di cui ai numeri 1, 2, 3, e non sia un servizio finanziario o assicurativo, ai fini dello stesso viaggio o della stessa vacanza, se si verifica almeno una delle seguenti condizioni:

  1. tali servizi sono combinati da un unico professionista, anche su richiesta del viaggiatore o conformemente a una sua selezione, prima che sia concluso un contratto unico per tutti i servizi;
  2. tali servizi, anche se conclusi con contratti distinti con singoli fornitori di servizi turistici, sono: 2.1 acquistati presso un unico punto vendita e selezionati prima che il viaggiatore acconsenta al pagamento; 2.2 offerti, venduti o fatturati a un prezzo forfettario o globale; 2.3 pubblicizzati o venduti sotto la denominazione “pacchetto” o denominazione analoga; 2.4 combinati dopo la conclusione di un contratto con cui il professionista consente al viaggiatore di scegliere tra una selezione di tipi diversi di servizi turistici, oppure acquistati presso professionisti distinti attraverso processi collegati di prenotazione per via telematica ove il nome del viaggiatore, gli estremi del pagamento e l’indirizzo di posta elettronica siano trasmessi dal professionista con cui è concluso il primo contratto a uno o più professionisti e il contratto con quest’ultimo/i professionisti sia concluso al più tardi 24 ore dopo la conferma della prenotazione del primo servizio turistico.

4. DEFINIZIONI

Ai fini del contratto si intende per: a) professionista: qualsiasi persona fisica o giuridica pubblica o privata che, nell’ambito della sua attività commerciale, industriale, artigianale o professionale nei contratti del turismo organizzato agisce, anche tramite altra persona che opera in suo nome o per suo conto, in veste di organizzatore, venditore, professionista che agevola servizi turistici collegati o di fornitore di servizi turistici, ai sensi della normativa vigente; b) organizzatore: un professionista che combina pacchetti e li vende o li offre in vendita direttamente o tramite o unitamente a un altro professionista, oppure il professionista che trasmette ì dati relativi al viaggiatore a un altro professionista; c) venditore: il professionista, diverso dall’organizzatore, che vende o offre in vendita pacchetti combinati da un organizzatore; d) viaggiatore: chiunque intende concludere un contratto, o stipula un contratto o è autorizzato a viaggiare in base a un contratto concluso, nell’ambito di applicazione della legge sui contratti del turismo organizzato; e) stabilimento: lo stabilimento definito dall’articolo 8, lettera e), del D. Lgs n. 59 del 26 marzo 2010; f) supporto durevole: ogni strumento che permette al viaggiatore o al professionista di conservare le informazioni che gli sono personalmente indirizzate in modo da potervi accedere in futuro per un periodo di tempo adeguato alle finalità cui esse sono destinate e che consente la riproduzione identica delle informazioni memorizzate; g) circostanze inevitabili e straordinarie: una situazione fuori dal controllo della parte che invoca una tale situazione e le cui conseguenze non sarebbero state evitate nemmeno adottando tutte le ragionevoli misure; h) difetto di conformità: un inadempimento dei servizi turistici inclusi in un pacchetto; i) punto vendita: qualsiasi locale, mobile o immobile, adibito alla vendita al dettaglio o sito web di vendita al dettaglio o analogo strumento di vendita online, anche nel caso in cui siti web di vendita al dettaglio o strumenti di vendita online sono presentati come un unico strumento, compreso il servizio telefonico; l) rimpatrio: il ritorno del viaggiatore al luogo di partenza o ad altro luogo concordato dalle parti contraenti.

5. INFORMAZIONI PRECONTRATTUALI

Prima della conclusione del contratto, l’organizzatore comunica al viaggiatore tramite quanto pubblicato in catalogo, oppure attraverso preventivo o altro strumento di informazione, le informazioni relative alle caratteristiche principali dei servizi turistici quali: destinazione, itinerario, periodo di soggiorno, trasporto, alloggio, pasti, visite, escursioni o altri servizi inclusi nel prezzo totale pattuito del pacchetto; se i servizi sono idonei a persone con mobilità ridotta; il prezzo totale del pacchetto; le modalità di pagamento; il numero minimo di persone richiesto per la realizzazione del pacchetto; informazioni di carattere generale in materia di documenti, facoltà di recedere dal contratto, assicurazioni.

6. MODALITA’ DI PRENOTAZIONE

La domanda di prenotazione dovrà essere redatta su apposito modulo contrattuale, compilato in ogni parte e sottoscritto dal viaggiatore (per i minori è necessaria la firma del genitore o del legale rappresentante), che ne riceverà copia. L’accettazione della prenotazione si intende perfezionata, con conseguente conclusione del contratto, solo nel momento in cui l’organizzatore fornisce relativa conferma al viaggiatore. Eventuali ulteriori indicazioni relative al pacchetto turistico non contenute nei documenti contrattuali, negli opuscoli o in altri mezzi di comunicazione scritta, saranno fornite dall’organizzatore, in regolare adempimento degli obblighi previsti a proprio carico, prima dell’inizio del viaggio.

7. PREZZO

Il prezzo del pacchetto turistico è determinato nel contratto, con riferimento a quanto offerto e concordato. Il prezzo potrà essere variato fino a 20 giorni precedenti la partenza e soltanto in conseguenza alle variazioni di: costi di trasporto, incluso il costo del carburante; diritti e tasse sui servizi turistici inclusi nel contratto imposti da terzi, comprese le tasse di atterraggio, di sbarco o di imbarco nei porti e negli aeroporti; tassi di cambio applicati al pacchetto in questione. Per tali variazioni si farà riferimento al corso dei cambi e ai prezzi in vigore alla data di pubblicazione del programma come riportata nel contratto ovvero alla data riportata negli eventuali aggiornamenti. In causo di aumento superiore al 8% del prezzo complessivo del pacchetto, il viaggiatore ha diritto di recedere dal contratto.

8. PAGAMENTO

Il pagamento dell’importo dovuto dal viaggiatore è da effettuarsi contestualmente alla sottoscrizione del contratto con le modalità indicate all’interno del contratto stesso. Il mancato e/o ritardato pagamento, anche parziale, degli importi dovuti nei termini sopra convenuti darà facoltà all’organizzatore di ritenere immediatamente risolto di diritto il contratto, solo comunicando tale decisione al viaggiatore via mail, con ogni conseguenza di legge. Il saldo si considera avvenuto solo quando le somme pervengono all’organizzatore.

9. MODIFICA O ANNULLAMENTO PRIMA DELLA PARTENZA

  1. L’organizzatore si riserva il diritto di modificare unilateralmente le condizioni del contratto, diverse dal prezzo, ove la modifica sia di scarsa importanza. La comunicazione viene effettuata in modo chiaro e preciso attraverso un supporto durevole, quale ad esempio la posta elettronica.
  2. Se prima della partenza l’organizzatore ha necessità di modificare in modo significativo uno o più elementi del contratto, oppure non può soddisfare le richieste specifiche formulate dal viaggiatore e già accettate dall’organizzatore, oppure propone di aumentare il prezzo del pacchetto di oltre l’8%, il viaggiatore può accettare la modifica proposta oppure recedere dal contratto.
  3. Ove il viaggiatore non accetti la proposta di modifica, può recedere senza pagamento di penali; l’organizzatore può comunque offrire un pacchetto sostitutivo di qualità equivalente o superiore.
  4. Il viaggiatore deve comunicare la propria scelta all’organizzatore o all’intermediario entro due giorni lavorativi successivi al momento in cui riceve l’avviso. In difetto di comunicazione entro il termine suddetto, la proposta formulata dall’organizzatore si intende accettata.
  5. Se le modifiche del contratto di vendita di pacchetto turistico o del pacchetto sostitutivo di cui al comma 2 comportano un pacchetto di qualità o costo inferiore, il viaggiatore ha diritto a un’adeguata riduzione del prezzo.
  6. In caso di recesso dal contratto di vendita di pacchetto turistico ai sensi del comma 2, e se il viaggiatore non accetta un pacchetto sostitutivo, l’organizzatore rimborsa senza ingiustificato ritardo e in ogni caso entro 14 giorni dal recesso dal contratto tutti i pagamenti effettuati da o per conto del viaggiatore ed ha diritto ad essere indennizzato per la mancata esecuzione del contratto, tranne nei casi di seguito indicati: a) non è previsto alcun risarcimento derivante dall’annullamento del pacchetto turistico quando la cancellazione dello stesso dipende dal mancato raggiungimento del numero minimo di partecipanti eventualmente richiesto; b) non è previsto alcun risarcimento derivante dall’annullamento del pacchetto turistico quando l’organizzatore dimostri che il difetto di conformità sia imputabile a causa di forza maggiore e caso fortuito; c) non è previsto alcun risarcimento derivante dall’annullamento del pacchetto turistico quando l’organizzatore dimostri che il difetto di conformità è imputabile al viaggiatore o a un terzo estraneo alla fornitura di servizi turistici inclusi nel contratto di pacchetto turistico ed è imprevedibile o inevitabile.

10. RECESSO

  1. Il viaggiatore può recedere dal contratto, senza pagare penali, nelle seguenti ipotesi: aumento del prezzo in misura eccedente l’8%; modifica in modo significativo di uno o più elementi del contratto oggettivamente configurabili come fondamentali, proposta dall’organizzatore dopo la conclusione del contratto stesso ma prima della partenza e non accettata dal viaggiatore; impossibilità di soddisfare le richieste specifiche formulate dal viaggiatore e accettate dall’organizzatore.
  2. In caso di circostanze inevitabili e straordinarie verificatesi nel luogo di destinazione o nelle sue immediate vicinanze e che hanno un’incidenza sostanziale nell’esecuzione del pacchetto o sul trasporto passeggeri verso la destinazione, il viaggiatore ha diritto di recedere dal contratto, prima dell’inizio del pacchetto, senza corrispondere spese di recesso, ed al rimborso integrale dei pagamenti effettuati per il pacchetto.
  3. Al viaggiatore che receda dal contratto prima della partenza al di fuori delle ipotesi elencate, saranno addebitate le penali espressamente indicate in offerta e/o contratto (il calcolo dei giorni non include quello di recesso e quello di partenza) calcolate sull’importo totale del pacchetto prenotato.
  4. Nessun rimborso sarà accordato a chi non si presenterà alla partenza o rinuncerà durante lo svolgimento del soggiorno, come nessun rimborso spetterà a chi non potesse effettuare il viaggio per mancanza o invalidità o insufficienza dei previsti documenti personali, d’espatrio e non.
  5. Le rinunce dovranno essere comunicate all’organizzatore a mezzo mail.
  6. L’organizzatore può recedere dal contratto di pacchetto turistico e offrire al viaggiatore il rimborso integrale dei pagamenti effettuati per il pacchetto, ma non è tenuto a versare un indennizzo supplementare se: il numero di persone iscritte al pacchetto è inferiore al minimo previsto dal contratto; non è in grado di eseguire il contratto a causa di circostanze inevitabili e straordinarie e comunica il recesso dal medesimo al viaggiatore senza ingiustificato ritardo prima dell’inizio del pacchetto.
  7. L’organizzatore procede ai rimborsi prescritti senza ingiustificato ritardo e in ogni caso entro 14 giorni dal recesso. Nei suddetti casi si determina la risoluzione dei contratti funzionalmente collegati stipulati con terzi.

11. SOSTITUZIONE

Il viaggiatore previo preavviso dato all’organizzatore su un supporto durevole entro e non oltre sette giorni prima dell’inizio del pacchetto, può cedere il contratto di vendita di pacchetto turistico a una persona che soddisfa tutte le condizioni per la fruizione del servizio. Il cedente e il cessionario del contratto sono solidalmente responsabili per il pagamento del saldo del prezzo e degli eventuali diritti, imposte e altri costi aggiuntivi, ivi comprese le eventuali spese amministrative e di gestione delle pratiche, risultanti da tale cessione. L’organizzatore informa il cedente dei costi effettivi della cessione, che non eccedono le spese realmente sostenute dall’organizzatore. In caso di contratto di viaggio con vettore per il quale è stata emessa biglietteria a tariffa agevolata e\o non rimborsabile, la cessione potrebbe comportare l’emissione di nuova biglietteria con la tariffa disponibile alla data della cessione medesima. La modifica del nominativo del rinunciatario con quello del sostituto può non essere accettata da un terzo fornitore di servizi, in relazione ad alcune tipologie di essi: l’organizzatore non sarà pertanto responsabile dell’eventuale mancata accettazione della modifica da parte dei terzi fornitori di servizi. Tale mancata accettazione sarà tempestivamente comunicata dall’organizzatore alla parte interessata prima della partenza.

12. MODIFICHE DOPO LA PARTENZA

L’organizzatore ha la facoltà di modificare il programma e di sostituire vettori e servizi, con altri di analoghe caratteristiche, nel caso ciò si rendesse necessario per motivi operativi o per altra causa: tale variazione sarà comunicata dall’organizzatore quando l’evento si sia verificato. Se tali modifiche si rendessero necessarie dopo la partenza, l’organizzatore si impegnerà a predisporre soluzioni alternative per la prosecuzione del viaggio senza supplemento di prezzo per il viaggiatore, oppure risarcendolo nei limiti della differenza per prestazioni inferiori a quelle previste.

13. OBBLIGHI DEL VIAGGIATORE

  1. Il viaggiatore, in ossequio agli obblighi di correttezza e buona fede di cui agli articoli 1175 e 1375 C.C., deve tempestivamente informare l’organizzatore, direttamente o tramite il venditore, tenuto conto delle circostanze del caso, di eventuali difetti di conformità rilevati durante l’esecuzione di un servizio turistico previsto dal contratto di vendita di pacchetto turistico.
  2. Il viaggiatore deve essere munito di passaporto individuale o di altro documento valido per tutti i paesi toccati dall’itinerario di viaggio, nonché dei visti di soggiorno e di transito e dei certificati sanitari che fossero eventualmente richiesti. Per le norme relative all’espatrio dei minori – che devono sempre essere in possesso di un documento personale valido per l’espatrio – si rimanda espressamente a quanto indicato nel sito della Polizia di Stato. In particolare, per i minori di anni 14 e per coloro per i quali è necessaria l’Autorizzazione emessa dalla Autorità Giudiziaria, dovranno essere seguite le prescrizioni indicate sul sito della Polizia di Stato www.poliziadistato.it/articolo/191/. In nessun caso l’organizzatore sarà responsabile per problemi causati da documenti non in regola al momento della partenza.
  3. I cittadini stranieri dovranno reperire le corrispondenti informazioni attraverso le loro rappresentanze diplomatiche presenti in Italia e/o i rispettivi canali informativi governativi ufficiali.
  4. I viaggiatori dovranno attenersi all’osservanza delle regole di normale prudenza e diligenza ed a quelle specifiche in vigore nei paesi destinazione del viaggio, a tutte le informazioni fornite loro dall’organizzatore, nonché ai regolamenti ed alle disposizioni amministrative o legislative relative al pacchetto turistico.
  5. Il viaggiatore sarà chiamato a rispondere d tutti i danni che l’organizzatore dovesse subire a causa della sua inadempienza, incluse le spese di rimpatrio. Il viaggiatore è tenuto a fornire all’organizzatore tutti i documenti, le informazioni e gli elementi in suo possesso utili per l’esercizio del diritto di surroga di quest’ultimo nei confronti dei terzi responsabili del danno ed è responsabile verso l’organizzatore del pregiudizio arrecato al diritto di surrogazione.
  6. Nei soggiorni vacanza per soli minori l’organizzatore si riserva, in ogni momento del soggiorno, di rimpatriare il partecipante per motivi disciplinari, previa regolare comunicazione ai genitori. Tutti i costi relativi e/o conseguenti al rimpatrio saranno a carico del viaggiatore e nessun rimborso sarà previsto per l’interruzione del soggiorno.

14. REGIME DI RESPONSABILITA’

L’organizzatore risponde dei danni arrecati al viaggiatore a motivo dell’inadempimento totale o parziale delle prestazioni contrattualmente dovute, sia che le stesse vengano effettuate da lui personalmente che da terzi fornitori dei servizi, a meno che provi che l’evento è derivato da fatto del viaggiatore (ivi comprese iniziative autonomamente assunte da quest’ultimo nel corso dell’esecuzione dei servizi turistici) o da circostanze estranee alla fornitura delle prestazioni previste in contratto, da caso fortuito, imprevedibile o inevitabile, da cause di forza maggiore, ovvero da circostanze che lo stesso organizzatore non poteva, secondo la diligenza professionale, ragionevolmente prevedere o risolvere.

15. LIMITI DEL RISARCIMENTO

I risarcimenti di cui agli artt. 44, 45 e 47 del Codice del Turismo e relativi termini di prescrizione sono disciplinati da quanto ivi previsto e comunque nei limiti stabiliti dalla legge, dalle Convenzioni Internazionali che disciplinano le prestazioni che formano oggetto del pacchetto turistico nonché dagli articoli 1783 e 1784 C.C., ad eccezione dei danni alla persona, non soggetti a limite prefissato.

16. OBBLIGO DI ASSISTENZA

L’organizzatore presta adeguata assistenza senza ritardo al viaggiatore in difficoltà anche nelle circostanze di cui all’articolo 42, comma 7 del Codice del Turismo, in particolare fornendo le opportune informazioni riguardo ai servizi sanitari, alle autorità locali e all’assistenza consolare e assistendo il viaggiatore nell’effettuare comunicazioni a distanza e aiutandolo a trovare servizi turistici alternati. L’organizzatore può pretendere il pagamento di un costo ragionevole per tale assistenza qualora il problema sia causato intenzionalmente dal viaggiatore o per sua colpa, nei limiti delle spese effettivamente sostenute.

17. RECLAMI E DENUNCE

Ogni mancanza nell’esecuzione del contratto deve essere contestata dal viaggiatore senza ritardo durante la fruizione del pacchetto affinché l’organizzatore, il suo rappresentante locale o l’accompagnatore vi pongano tempestivamente rimedio. In caso contrario il risarcimento del danno sarà diminuito o escluso ai sensi dell’art. 1227 C.C. Fermo restando l’obbligo di cui sopra, il viaggiatore può altresì sporgere reclamo mediante l’invio di una raccomandata con avviso di ricevimento all’organizzatore, entro e non oltre dieci giorni lavorativi dalla data del rientro presso la località di partenza.

18. ASSICURAZIONI

L’organizzatore è coperto da polizza assicurativa per responsabilità civile in conformità alle disposizioni di legge. Tutti i viaggiatori sono inoltre assicurati per caso di invalidità permanente, morte e spese mediche derivanti da infortuni insorti durante il viaggio alle condizioni previste dalla polizza stipulata dall’organizzatore (Polizza UnipolSai n.1635/77/51766336). All’atto della prenotazione è possibile stipulare speciali polizze assicurative facoltative per le spese derivanti dall’annullamento del pacchetto, danni o smarrimento bagagli.

19. FORO COMPETENTE

Per ogni eventuale controversia sarà competente il Foro di Torino.

20. SCHEDA TECNICA

Organizzazione tecnica: Itinerario Keluar di Keluar s.r.l. – Via Assietta 16/b – 10128 Torino – Tel 011.5162979 –  info@keluar.it

Autorizzazione amministrativa: Città di Torino prot. n. 13817/2004/1 del 27/09/2004

Polizza assicurativa RC: UnipolSai n. 1635/65/51766335

Garanzie per i turisti: Validità: le presenze condizioni sono valide per le date di partenza espressamente indicate nel contratto.

Comunicazione obbligatoria ai sensi dell’articolo 17 della Legge n. 38/2006: La legge italiana punisce con la pena della reclusione i reati concernenti la prostituzione e la pornografia minorile, anche se commessi all’estero.